Contatti

0321-3733957

0321-3733642

0321-3733603

segre.ds@maggioreosp.novara.it

Novara, corso Mazzini 18 - Padiglione H

Staff

Foto del personale non disponibile

Dottor Andrea Capponi

Medici

Foto del personale non disponibile

Philippe Caimmi

Foto del personale non disponibile

Marco Comba

Foto del personale non disponibile

Girolamo Farrauto

Foto del personale non disponibile

Fabrizio Leigheb

Foto del personale non disponibile

Alessandra Renghi

Foto del personale non disponibile

Edit Shahi

Foto del personale non disponibile

Tommaso Testa

Responsabile Struttura Semplice “Verifica e revisione qualità”

Foto del personale non disponibile

Andrea Capponi

Responsabile Struttura Semplice “Prevenzione rischio infezioni”

Foto del personale non disponibile

Girolamo Farrauto

Responsabile Struttura Semplice "Gestione Attività Amministrative"

Foto del personale non disponibile

Raffaella Garone

La Direzione Sanitaria ha le seguenti competenze:

A) Funzioni di direzione sanitaria:

funzioni organizzative
• la cura dell’ organizzazione operativa del presidio;
• il governo della globalità delle relazioni tra strutture complesse al fine di raggiungere gli obiettivi aziendali;
• il coordinamento delle attività dell’ Azienda ospedaliero – universitaria al fine di conseguire il livello di efficacia, e di gradimento dell’ utenza conforme agli standard stabiliti dal direttore sanitario;
• l’ adozione delle misure di competenza necessarie per rimuovere i disservizi che incidono sulla qualità dell’ assistenza;
• la cura della raccolta e l’ elaborazione dei dati di attività e di utilizzo delle risorse con la trasmissione agli uffici e servizi competenti al fine del controllo di gestione, compresa la vigilanza sulla completezza delle informazioni contenute nelle SDO;
• il concorso alla definizione dei criteri di allocazione delle risorse per strutture complesse di competenza, la collaborazione per la definizione dei budget verificando la congruità tra risorse assegnate ed obiettivi prefissati;
• l’ adozione (nelle strutture complesse di competenza e nei limiti delle risorse disponibili), delle modalità di gestione improntate a criteri di:
equa ripartizione dei carichi di lavoro,
motivazione del personale dipendente
valorizzazione della qualificazione professionale del personale;
• la vigilanza sulle attività afferenti all’ area dell’ emergenza sanitaria (118 ed elisoccorso);
• la vigilanza sulla continuità dell’ assistenza sanitaria e la disposizione di tutti i provvedimenti necessari a garantirla ivi compresa la predisposizione dei turni di guardia e di pronta disponibilità del personale sanitario, tecnico amministrativo e professionale addetto ai servizi sanitari;
• le necessarie valutazioni tecniche, scientifiche ed organizzative in ordine alle richieste di apparecchiature medico-scientifiche ed arredi sanitari da fornire al direttore sanitario; (e i dispositivi medici)
• le necessarie valutazioni tecnico-sanitarie ed organizzative in ordine alle opere di ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture di competenza da fornire al direttore sanitario;
• sorveglianza attività casa di cura;
• servizio sociale – relazioni con istituzioni sul territorio ASL – consorzi socio assistenziali.

funzione igieniche
• la tutela dell’ igiene ambientale;
• la sorveglianza igienica sui servizi alberghieri e di ristorazione collettiva;
• la raccolta, trasporto, stoccaggio e smaltimento dei rifiuti ospedalieri, in collaborazione con la struttura complessa Provveditorato-Economato e con la struttura Tecnico Patrimoniale farmacia e lavanderia;
• la attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione e sterilizzazione, anche tramite appalto in collaborazione con la struttura Provveditorato Economato;
• vigilanza su attività relativa al controllo delle infezioni ospedaliere ed occupazionali; in stretta collaborazione con l’ Unità prevenzione rischio infezioni;
• l’ adozione dei provvedimenti di polizia mortuaria
• l’ organizzazione delle attività relative alla donazione e trapianto organi con la partecipazione per le funzioni di sua competenza e vigila sul rispetto degli adempimenti previsti dalle normative vigenti;
• la vigilanza, dal momento della consegna all’ archivio centrale sulla conservazione della cartella clinica dei pazienti ricoverati e di ogni altra documentazione sanitaria prevista dalla vigente normativa; il rilascio agli aventi diritto, secondo modalità e criteri stabiliti dalla Azienda, della copia della cartella clinica, di ogni altra documentazione sanitaria e delle certificazioni nel rispetto delle relative normative;
• l’ inoltro ai competenti organi delle denunce obbligatorie;
• la segnalazione ai competenti uffici o enti dei fatti per i quali possano essere previsti provvedimenti assicurativi;
• la vigilanza sul rispetto dei principi etici e deontologici da parte delle figure professionali addette ed in particolare sulla corretta manifestazione del consenso ai trattamenti sanitari;
• la vigilanza sul rispetto delle norme in materia di sperimentazione clinica, la partecipazione alla attività delle commissioni e comitati etici a tal fine istituiti;
• la vigilanza sul rispetto della riservatezza dei dati sanitari ed il parere obbligatorio sulla raccolta, elaborazione e trasmissione di dati sanitari con particolare riguardo ai mezzi infornatici e telematici;
• la collaborazione con la struttura Gestione del personale per la definizione dei piani di formazione ed aggiornamento del personale sanitario;
• l’ attuazione degli indirizzi stabiliti dal direttore sanitario in merito all’ organizzazione dei corsi di specializzazione;
• la vigilanza sulla ammissione e sulla attività di personale volontario, frequentatore ed in formazione nelle strutture complesse;
• la cura della introduzione e dell’ utilizzo nell’ organizzazione ospedaliera di strumenti e metodologie necessari alla verifica e revisione della qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie;
• l’ emanazione di direttive e la vigilanza sulla corretta gestione delle liste d’ attesa delle prestazioni ambulatoriali e dei ricoveri ospedalieri.

B) funzione di accettazione, prenotazione e gestione del supporto amministrativo alle strutture complesse sanitarie:

• gestione delle pratiche relative all’ accettazione amministrativa dei pazienti ricoverati;
• gestione del movimento degenti e controlli di competenza;
• notifica agli enti competenti dei documenti inerenti i pazienti ricoverati;
• archiviazione e gestione delle pratiche amministrative inerenti i ricoveri;
• rilascio di certificati di ricovero;
• gestione delle denunce di morte e delle relative pratiche amministrative di competenza dell’ Azienda e rapporti con i competenti uffici comunali;
• gestione delle denunce di nascita e delle relative pratiche amministrative di competenza dell’ Azienda e rapporti con i competenti uffici comunali;
• gestione prenotazione delle prestazioni specialistiche a sportello o telefonicamente;
• gestione delle agende informatizzate;
• gestione dell’ accettazione delle prestazioni fuori agenda;
• gestione dei fogli di lavoro e dei controlli relativi all’ effettiva erogazione delle prestazioni;
• servizio di informazioni per il pubblico nell’ attività di ricovero e ambulatoriale, per quanto di competenza;
• incasso quote di compartecipazione alla spesa, proventi libera professione;
• rendicontazione di cassa e versamenti alla banca tesoreria;
• riscontri sull’ incasso e gestione del primo sollecito;
• gestione delle pratiche relative alla interruzione volontaria della gravidanza;
• allocazione delle risorse amministrative nelle Strutture Complesse Sanitarie in funzione delle esigenze di supporto;
• definizione degli schemi di copertura e della turnazione al fine di garantire la continuità del servizio sia come presenza che come conoscenza;
• raccolta e trasmissione delle informazioni necessarie ai sistemi di controllo e di gestione;
• rendicontazione della attività svolta presso le Strutture Complesse Sanitarie al fine della corretta attribuzione dei costi;
• attività di collaborazione e raccordo con le altre articolazioni organizzative;
• attività amministrative di supporto e di segreteria.

 

BV certification 9001 tracciati ClusterMemberPiccolo
Clinical Trial Center – ufficio certificato ISO 9001-2015
Direttore: Dott. Andrea Capponi
Email: ctc@maggioreosp.novara.it

Dott.ssa Simona Perga – Referente CTC – Dirigente Biologo
Email: simona.perga@maggioreosp.novara.it
Tel.: 0321-3732093

Dott. Alessandro Brondi – Assistente Amministrativo
Email: alessandro.brondi@maggioreosp.novara.it
Tel.: 0321-3732091 – 3015

Dott.ssa Nocera Cristiana Giovanna – Coordinatore della Ricerca Clinica
Email: cgiovanna.nocera@maggioreosp.novara.it
Tel.: 0321-3733014

Dott.ssa Emanuela Seno – Collaboratore Amministrativo
Email: emanuela.seno@maggioreosp.novara.it
Tel.: 0321-3733592

Presentazione

Il Clinical Trial Center (CTC) è parte integrante della Direzione Medica dei Presidi Ospedalieri (DMPO), ed ha lo scopo di facilitare la conduzione degli studi clinici nell’AOU Maggiore della Carità fornendo supporto agli sperimentatori al fine di raggiungere alti livelli di qualità scientifica, etica e di rilevanza clinica della ricerca. Il CTC supporta la diffusione dell’attività di ricerca aziendale allo scopo di sviluppare un clima di fiducia e di partecipazione della società alla ricerca clinica e favorire l’informazione pubblica.

L’attività del CTC prevede la stretta collaborazione con le Strutture Sanitarie Aziendali, i Promotori degli studi clinici e con il Comitato Etico Interaziendale, istituito con il Regolamento n. 536/2014 dell’Unione Europea.

Il CTC partecipa, con la DMPO, nel processo di valutazione della fattibilità e autorizzazione degli studi e loro emendamenti da presentare al Comitato Etico Interaziendale e successivamente, collabora con la Gestione Economica e Finanziaria, alla gestione dei processi amministrativi ed economici legati agli studi clinici, quali fatturazione, ripartizione, negoziazione dei contratti con i Promotori e definizione budget, analisi dell’andamento degli studi e gestione emendamenti.
Il CTC promuove le opportunità di partecipazione a bandi di ricerca nazionali e internazionali (ricerca finalizzata del Ministero della Salute, PNRR, ecc) supportando al meglio gli sperimentatori sia nella fase di sottomissione dei progetti che successivamente nella gestione degli aspetti economico-amministrativi e legali e tutto quanto ne consegue rendicontando l’attività al Board del CTC.

Il CTC è anche disponibile ad offrire opportunità di stage formativi / tesi di laurea o borse di studio nell’ambito della gestione delle sperimentazioni cliniche, allo scopo di trasmettere l’importanza della ricerca clinica anche all’ambiente accademico.

Il CTC, inoltre, incentiva le Strutture ad investire nella ricerca scientifica, valorizzando il fattore “innovazione” ed erogando, agli sperimentatori che ne necessitino, corsi di formazione e di aggiornamento sulle Good Clinical Practices e altri aspetti metodologici e normativi legati alla conduzione di studi clinici.

Il CTC partecipa alla realizzazione e messa a regime dell’Unità Studi di Fase 1 che l’azienda ha avviato nel 2021 con il reparto di Onco-Ematologia, con l’obiettivo di sperimentare nuove molecole e dare così opportunità di nuovi trattamenti a pazienti a volte non più suscettibili di terapie consolidate.

L’esigenza di mantenere un elevato livello del servizio ha spinto il CTC a dotarsi di un Sistema di Gestione Qualità secondo i requisiti della norma UNI EN ISO 9001:2015.

NOTE

• PER LE STRUTTURE AZIENDALI/SPONSOR/ENTI NO PROFIT CHE INTENDONO PRESENTARE AL COMITATO ETICO INTERAZIENDALE DI NOVARA STUDI CLINICI NON FARMACOLOGICI:
La sottomissione degli studi presso il Comitato Etico Interaziendale AOU Maggiore della Carità di Novara avviene tramite il portale informatico al seguente link: https://isharedoc.maggioreosp.novara.it/pce-server/webui/login previa acquisizione delle credenziali di accesso a cura del Promotore/CRO/Sperimentatore Principale, indicando come Autorità Competente Locale il Referente del CTC Aziendale. Per qualsiasi altra informazione o necessità potete contattarci agli indirizzi sopra riportati.

• PER LE STRUTTURE AZIENDALI/SPONSOR/ENTI NO PROFIT CHE INTENDONO PRESENTARE STUDI CLINICI SU PORTALE EUROPEO CTIS:
Lo Sponsor/CRO deve inviare via e-mail al ctc@maggioreosp.novara.it, allo Sperimentatore Principale e al suo Staff la seguente documentazione:

o Sinossi (se disponibile)
o Protocollo
o Budget e bozza del contratto (se disponibile)
o Documento Idoneità Sito Specifica – Site Suitability Template (inviare il file in formato word)

• PER LE DITTE/SPONSOR CHE RICHIEDERANNO FATTURAZIONI
Si raccomanda di mandare via mail copia della richiesta di emissione fattura all’indirizzo
📧  email: ct_invoices@maggioreosp.novara.it  esplicitando precisamente il nome dello studio/acronimo, il numero di fattura, l’anno di riferimento ed il dettaglio delle diverse prestazioni effettuate con relativo costo.

Allegati/link:

Regolamento CTC
Politica della Qualità
Link a Comitato Etico Interaziendale
Link ad AIFA