Servizi e agevolazioni per il cittadino disabile

Network informativo disabili

L’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” di Novara ha aderito, al Network costituito tra la Regione Piemonte e l’Agenzia delle Entrate, l’INPS, l’INAIL, l’Agenzia Piemonte lavoro e il Difensore Civico regionale, per attivare e strutturare una rete coordinata di sportelli a livello locale tra tutti gli attori coinvolti attivamente nelle politiche per la disabilità, in modo da facilitare l’accesso a informazioni e servizi da parte dei cittadini.

La rete informativa fornisce una visione complessiva delle misure di sostegno rivolte alle persone disabili disponibili, a seconda degli ambiti di riferimento, ed è corredata da un elenco di soggetti da contattare per le varie tipologie di esigenze.

Link regionale per il Network informativo disabili.

Agevolazioni e servizi per il cittadino disabile forniti dall’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” di Novara

Medicina fisica e riabilitazione: i servizi dedicati ai pazienti con disabilità

Direttore: Prof. Carlo Cisari

•  Trattamento riabilitativo in regime di ricovero per persone affette da disabilità conseguente a patologia ortopedica (esiti di interventi, esiti di politraumi) e neurologica (ictus, traumi cranici, sclerosi multipla, malattia di Parkinson).

Primo piano.

•  Trattamento riabilitativo in regime di ricovero diurno per persone affette da disabilità conseguente a patologia ortopedica (esiti di interventi, esiti di politraumi) e neurologica (ictus, traumi cranici, sclerosi multipla, malattia di Parkinson); valutazione e trattamento della spasticità e dei disordini del movimento, trattamento della spasticità con inoculazione di tossina botulinica.

Primo piano.

•  Trattamento riabilitativo in regime ambulatoriale della disabilità conseguente a patologia muscolo-scheletrica (traumi, sindromi dolorose dell’apparato muscolo scheletrico).

Piano seminterrato.

•  Riabilitazione dei pazienti con esiti di trattamento oncologico e trattamento del linfedema

Piano seminterrato

•  Valutazione e trattamento logopedico dei disturbi della deglutizione e della parola.

Primo piano.

•  Trattamento della disabilità con sistemi ad alta tecnologia e sistemi robotizzati (rieducazione isocinetica, rieducazione dell’equilibrio con sistemi dinamici, rieducazione funzionale e del cammino con sistemi a feedback multipolo, rieducazione del cammino con sistemi a resistenza variabile, rieducazione del cammino con sistema robotico ad esoscheletro).

Unità di riabilitazione ad alta tecnologia: primo e secondo piano.

•  Trattamento in regime di degenza ordinaria e diurna delle persone affette da disabilità conseguente a lesione midollare.

Unità spinale: secondo piano.

•  Valutazione e trattamento di vescica neurologica per persone con lesione midollare o affette da patologie neurologiche.

Neurourologia.

•  Trattamento del dolore con procedure ecoguidate (inflitrazioni, PENS, radiofrequenza); ossigeno-ozonoterapia; terapia ad onde d’urto radiali.

Ambulatorio di fisiatria interventistica: secondo piano.

Servizi offerti in collaborazione con l’associazione A.n.c.o.r.a. (Associazione finalizzata alla costruzione orientata a reinserimento e autonomia)

•Inoltro richiesta per invalidità civile, 104, indennità di accompagnamento, permessi lavorativi etc.

•  Abbattimento barriere architettoniche.

Viene offerta consulenza in materia da tecnici specializzati nel settore. Si effettuano sopralluoghi a domicilio per individuare e proporre soluzioni personalizzate.

•  Corsi di informatica.

Il progetto intende favorire l’approccio all’utilizzo del PC o migliorarne la conoscenza per favorire l’inserimento sociale e facilitare le operazioni quotidiane che possono essere svolte in via telematica.

•  Acqua+.

Il progetto offre la possibilità di usufruire dei molteplici benefici che il lavoro in acqua comporta, di migliorare la propria acquaticità, di conoscere e sviluppare la disciplina del nuoto.

•  Autonomia.

Il progetto è dedicato alle persone ricoverate presso la struttura riabilitativa. Prevede una serie di uscite extra-ospedaliere con assistenza di personale specializzato, per aumentare le competenze del paziente a muoversi negli spazi pubblici.

•  Presentazione ausili.

In collaborazione con ditte esterne produttrici o fornitrici, vengono organizzate periodicamente presentazioni dei più recenti prodotti presenti sul mercato degli ausili con la possibilità di testarli personalmente.

•  Progetto Primavera ( attività fisica adattata).

Il progetto è rivolto a persone con disabilità fisica. Prevede sedute di ginnastica in gruppo con cadenza bisettimanale tenuto da fisioterapisti.

•  Attività motoria per osteoporosi.

L’associazione a.n.c.o.r.a. in collaborazione con il centro “Alcarotti” e con la Società “Riabiliti” propone corsi di attività motoria per i soggetti con osteoporosi.

•  Ortoterapia.

La coltivazione dell’orto stimola la manualità e la coordinazione oculo-manuale, favorisce la socializzazione, diminuisce lo stress, riduce le cadute conseguentemente al miglioramento dell’equilibrio. Vengono fornite indicazioni su come continuare tale attività al proprio domicilio

•  Progetto “Un Mare di parole”.

Il progetto è stato concepito in un ottica bio-psico-sociale con l’idea di proporre attività di comunicazione guidata alle persone che, a seguito di una patologia neurologica squisita ( ictus, trauma cranico etc.) presentano disturbi comunicativi e cognitivi stabilizzati.

•  La Casa di a.n.c.o.r.a.

Il “ritorno a casa” rappresenta un momento estremamente delicato nel percorso che compie la persona che ha subito una lesione midollare.

La Casa di a.n.c.o.r.a. nasce con l’intento di aiutare a familiarizzare con la nuova condizione di vita, per un approccio graduale e consapevole ai nuovi bisogni e per poter visionare e provare soluzioni ed ausili atti a rendere il proprio domicilio più adatto alle capacità residue.

La Casa di a.n.c.o.r.a. è aperta anche alle persone con disabilità fisica di diversa natura che risiedono nel territorio, interessate a superare le problematiche strutturali che rendono difficoltosa la fruizione del proprio domicilio.

Dove:
S.C.D.U. Medicina Fisica e riabilitazione
Viale Piazza d’Armi 1, Novara
Primo e secondo piano
Tel. 0321.3734819
E-mail: rrf@maggioreosp.novara.it
Unità spinale: 0321. 3734805
E-mail: unita.spinale@maggioreosp.novara.it

Chirurgia maxillo-facciale: terapie odontostomatologiche in narcosi su pazienti diversamente abili

La programmazione di interventi di carattere oro-maxillofacciale, pur essendo normalmente effettuabili in anestesia locale, a causa della ridotta compliance dei piccoli pazienti diversamente abili, devono essere effettuati in narcosi ed in ambiente opportunamente protetto.

La Struttura di Chirurgia Maxillo- facciale, diretta dal professor Arnaldo Benech, ha avviato, in collaborazione con la struttura di Neuropsichiatria Infantile, un progetto che prevede l’istituzione di un ambulatorio odontoiatrico appositamente dedicato ai pazienti diversamente abili.

Il progetto è nato dall’esigenza di far fronte ad una richiesta sempre più importante da parte delle famiglie sia dei pazienti adulti sia dei piccoli pazienti diversamente abili, che fino ad oggi dovevano fare riferimento a strutture addirittura extra regionali come unici punti di riferimento per i loro problemi. Ciò aggiungeva ulteriori disagi a situazioni già molto delicate e difficili.

L’attività consiste in cure di carattere conservativo (otturazioni), endodontico (devitalizzazioni di denti con carie profonde), parodontali (gravi gengiviti croniche anche di carattere farmacologico, exeresi di epulidi) e malformazioni di carattere maxillo-facciale.

In relazione al progetto la Struttura ha allestito un ambulatorio dedicato presso la Sede staccata di viale Piazza d’Armi 1 in modo da effettuare una prima visita ed uno screening sulle necessità del paziente in un ambiente protetto e più confortevole per il paziente stesso e per le famiglie. Attraverso queste visite si stabilisce l’esatta programmazione del piano di trattamento specifico per il paziente.

Viene applicato un protocollo diagnostico operativo che prevede gli esami anestesiologici di routine e radiologici del cavo orale e del massiccio facciale allo scopo di ottimizzare i tempi di sala operatoria in relazione alle patologie trattate.

Nel corso dell’intervento si eseguono quindi, ove necessario, differenti prestazioni odonto-chirurgiche sullo stesso paziente con la fondamentale collaborazione di un anestesista particolarmente dedicato alla gestione di tali pazienti.

Nei casi che lo consentono, la Struttura tende a eseguire prestazioni fondamentalmente in regime diurno (day surgery) allo scopo di fornire, al paziente ed alle famiglie, un servizio completo e gestito con un percorso agile.

La Struttura si avvale di canali preferenziali attraverso i quali vengono inviati questi pazienti quali ad esempio: la Neuropsichiatria Infantile, la Chirurgica Pediatrica le associazioni di volontariato presenti sul territorio del comune, della provincia e della regione.

Il progetto ha il sostegno delle associazioni di volontariato presenti sul territorio ed in particolar modo dell’ANFASS.

Dove:
S.C.D.U. Chirurgia Maxillo.facciale
Corso Mazzini 18, Novara
Padiglione B, terno piano
Tel. 0321. 3733894
E-mail: maxillo.segre@maggioreosp.novara.it
Prenotazione: 348.8196618

Neuropsichiatria infantile: i disturbi dello spettro autistico

La struttura semplice a valenza dipartimentale di Neuropsichiatria Infantile, diretta dal dottor Maurizio Viri, è riconosciuta a livello regionale come Centro di riferimento per la diagnosi dei disturbi dello spettro autistico.

La struttura nel corso degli anni ha affinato clinica e metodologie per effettuare diagnosi precoci. Il percorso diagnostico prevede: prima osservazione neuropsichiatrica; anamnesi accurata e ADI con i genitori, intervista strutturata attraverso scala Vineland, osservazioni di gioco semi strutturate e somministrazione di test specifici per l’autismo (ADOS-2, CARS, PEP-III, ASRS e altri), oltre all’analisi di un profilo sensoriale e dove possibile individuazione di un quoziente intellettivo.

Ci si avvale inoltre di videoriprese sia di avvenimenti familiari sia durante gli step diagnostici.

Contemporaneamente viene effettuata una valutazione neurologica e, a seconda del quadro clinico, vengono condotte indagini genetiche, biochimiche, neurofisiologiche e neuroradiologiche.

Dove:
S.S.v.D. Neuropsichiatria infantile
Corso Mazzini 18, Novara
Padiglione E, primo piano
Sede distaccata di viale Piazza d’Armi 1, Novara
Piano terra
Tel. 0321.3734884
E-mail: neuropsi@maggioreosp.novara.it