Nuove disposizioni per l’accesso dei pazienti e dei loro accompagnatori nelle strutture ambulatoriali degli ospedali quando devono ricevere prestazioni sanitarie, urgenti o programmate, oppure di carattere amministrativo.

L‘entrata dei pazienti è garantita anche in assenza di Green pass, dopo rilevazione della temperatura corporea.
Gli accompagnatori invece possono entrare, ma con Green pass, se sono con disabili, minori di 18 anni, donne in stato di gravidanza, persone con disabilità fisica, psichica o cognitiva.

E’ pertanto responsabilità primaria dell’accompagnatore, nell’interesse del paziente, preoccuparsi di avere il green pass in corso di validità prima di accedere in ospedale.
Se l’accompagnatore non ha il green pass, o lo stesso è scaduto, necessariamente dovrà attivarsi per effettuare al più presto un tampone con esito negativo prima di accedere in ospedale. In alternativa dovrà delegare per l’accompagnamento del paziente un altro accompagnatore provvisto di green pass a norma di legge.

Pazienti e accompagnatori devono sempre compilare un’autocertificazione, usare la mascherina, igienizzare le mani, mantenere il distanziamento.