Dipartimento Medico Specialistico ed Oncologico
PSICOLOGIA CLINICA

Contatti

Segreteria: 0321 3734112 dalle ore 9.00 alle 15.00 – servizio di segreteria telefonica con risposta automatica attivo 24/24

0321. 3734896

psicoclinica.segre@maggioreosp.novara.it

psicoclinica.dir@maggioreosp.novara.it

Sede – Novara, viale piazza d’Armi 1

Ubicazione struttura e ambulatori:  Sede distaccata – primo piano >>

Dirigente responsabile

Dottoressa Daniela CELLA

Psicologi:
Silvia BELTRAMI, Luca BINASCHI, Simona BROVELLI, Federica PRITONI, Giuliana ZILIOTTO

Psicologa a contratto:
Sara RUBINELLI

La struttura semplice a valenza dipartimentale (S.S.V.D.) Psicologia clinica è un servizio di psicologia per adulti che svolge la propria attività specialistica in collaborazione con le strutture (semplici e complesse) e i dipartimenti dell’Azienda ospedaliero – universitaria. L’attività degli psicologi si espleta in forma di consulenza su segnalazione da parte della struttura/dipartimento. Le consulenze o interventi psicologici, effettuati nelle diverse realtà ospedaliere possono successivamente proseguire, ove sussista una indicazione, presso la sede della Psicologia clinica in termini di psicoterapia, psicoterapia breve, di sostegno, familiare, di gruppo.

L’ intervento dello psicologo è volto a garantire ai pazienti ricoverati il supporto e il contenimento del disagio determinato dalla condizione di malattia. Destinatari della presa in carico non sono soltanto le persone malate che possono necessitare di un aiuto psicologico ma anche i loro famigliari.
Gli psicologi della struttura modulano le loro competenze professionali anche a sostegno del personale curante: gruppi di discussione e formazione permanente offrono occasione di lettura e comprensione del disagio emotivo sperimentato in prima persona nel difficile compito di assistere un paziente sofferente.
Attraverso la strutturazione di progetti di ricerca e/o di intervento, lo psicologo propone infine modelli operativi mirati ai diversi contesti organizzativi ospedalieri al fine di contribuire al miglioramento del servizio.
Nella struttura Psicologia clinica operano psicologi di ruolo abilitati all’ esercizio della psicoterapia che si avvalgono della collaborazione di psicologi consulenti borsisti e volontari.
Altri psicologi presenti in Azienda (Cure Palliative-Hospice, ambulatorio SLA-Neurologia, Oncologia pediatrica) collaborano strettamente con il servizio di Psicologia clinica grazie alla generosità delle fondazioni.

Richieste di consulenza

Alle strutture che ne facciano richiesta la Psicologia Clinica offre la propria collaborazione sotto forma di consulenza specialistica psicologica. Possono essere presentate alla Psicologia clinica sia richieste di consulenza per un paziente ricoverato sia richieste di consulenza per i familiari del paziente ricoverato.
Modalità: il medico specialista fa pervenire la richiesta di consulenza alla Psicologia Clinica presso la sede staccata ex “San Giuliano” precisando il nome del paziente, il motivo della richiesta ed il nominativo dello specialista da contattare. Gli stessi pazienti o i loro familiari possono fare richiesta di consulenza psicologica sia chiedendo agli specialisti di reparto, che faranno da tramite, sia inoltrando direttamente richiesta al servizio. Per eventuali consulenze contattare la segreteria di reparto al numero: 0321 3734112, oppure inviando una e-mail all’indirizzo: psico.segre@maggioreosp.novara.it


Attività nelle strutture ospedaliere

La Psicologia clinica, all’ interno dell’ Azienda collabora continuativamente con le seguenti strutture e dipartimenti:

S.C. CARDIOLOGIA 1 – Reparto e Unità Coronarica
Referente: dott.ssa Silvia Beltrami
Tel .0321 373 4 831 – segreteria 0321 373 4 112

Nel rispetto del principio di multidisciplinarietà l’ attività psicologica trova integrazione all’ interno del team medico-infermieristico concretizzandosi attraverso interventi di sostegno al ruolo professionale rivolti agli operatori sanitari coinvolti nella presa in carico del paziente.
L’ intervento psicologico è volto a favorire l’ adattamento del paziente all’ ambiente ospedaliero ed in particolare a quello di terapia intensiva, a migliorare la disponibilità alla collaborazione, a sostenere la comprensione delle informazioni relative al ricovero, esami diagnostici e terapie, a controllare e/o diminuire lo stress emozionale sperimentato, ad accompagnare e preparare il paziente ed il proprio familiare ad affrontare i difficili momenti della degenza (ad es. intervento cardochirurgico).

S.S.V. D. CARDIOLOGIA RIABILITATIVA
Referente: dott.ssa Silvia Beltrami
Tel .0321 373 4 831 – segreteria 0321 373 4 112

Perseguendo l’obiettivo di determinare l’ intervento psicologico appropriato alla persona avviata ad un percorso di riabilitazione ambulatoriale, è stato condotto uno studio. I risultati della ricerca hanno permesso di stabilire parametri di riferimento chiari per identificare il paziente candidato al trattamento psicologico. Esso si realizza attraverso una presa in carico individuale in ambulatorio Psicologia della salute (si veda alla pagina ambulatori) ed è orientato al coinvolgimento attivo ed alla costruzione di un percorso di benessere che implica cambiamenti comportamentali.
In questo modo il paziente viene aiutato a modificare il proprio stile di vita relativamente a quei fattori di rischio comportamentale (es. fumo, stress, alimentazione, sedentarietà, non aderenza alla terapia, etc.) che potrebbero causare una recidiva.
Lo psicologo offre altresì la propria collaborazione a sostegno di quelle azioni sottese a tutelare i diritti del paziente sia in termini di accessibilità ad un servizio sanitario di alta qualità che di fruibilità delle informazioni.

S.C. SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE E DIETETICA
Referente: dott.ssa Giuliana Ziliotto
Tel. 0321 373 4 854 – segreteria 0321 373 4 112

Lo psicologo collabora con il team della S.C. Scienza dell’Alimentazione e Dietetica, effettuando valutazioni di personalità che contribuiscono ad una presa in carico multidisciplinare del paziente.
Valutazioni di personalità e colloqui clinici approfonditi vengono poi effettuati a pazienti avviati ad un intervento chirurgico per la riduzione dell’ obesità. Per alcuni pazienti è prevista la possibilità di partecipare a gruppi di psicoterapia ad orientamento psicodinamico.
Lo psicologo è presente ai gruppi multidisciplinari di discussione di casi clinici seguiti presso la S.C. Scienza dell’alimentazione e dietetica. La partecipazione dello psicologo è inoltre richiesta per apportare uno specifico contributo a lavori di ricerca.

S.C. NEFROLOGIA – DIALISI
Referente: dott. Luca Binaschi
Tel 0321 373 4 840 – segreteria 0321 373 4 112

L’ attività dello psicologo consiste soprattutto in sostegno ai pazienti degenti o dializzati su espressa richiesta dei pazienti stessi o su segnalazione del medico di reparto.
Per i nuovi accessi in dialisi, in accordo con gli specialisti della struttura, è previsto un incontro con lo psicologo.
Lo psicologo collabora anche con gli specialisti nefrologi e dietologi all’interno del progetto MA.RE.A.

S.C. NEFROLOGIA TRAPIANTO RENALE
Referente: dott. Luca Binaschi
Tel 0321 373 4 840 – segreteria 0321 373 4 112

Lo psicologo effettua valutazioni di personalità a pazienti candidati al trapianto renale sia da donatore cadavere che da donatore vivente. Una volta operati e per tutta la durata del ricovero I pazienti vengono seguiti con colloqui di sostegno volti a diminuire il livello d’ ansia presente ed a facilitare la compliance alle cure. Per I pazienti inseriti in lista attiva sono previsti periodici colloqui con lo psicologo, volti al sostegno emotivo nella delicata fase di attesa del trapianto.
Parallelamente vengono condotti colloqui di sostegno con I famigliari dei pazienti operati per aiutarli ad individuare ed a risolvere le maggiori preoccupazioni connesse con il rientro a casa del paziente.

S.C. MEDICINA DEL LAVORO – Comitato Paritetico Mobbing
Referente: dott.ssa Giuliana Ziliotto
Tel 0321 373 4 854 – segreteria 0321 373 4 112

Su richiesta della S.C. Medicina del lavoro vengono effettuate valutazioni psicodiagnostiche sia per accertamenti di idoneità psicofisica a specifiche mansioni sia per accertamenti stress lavoro-correlato che per sospetto mobbing. La valutazione prevede colloqui clinici, somministrazione di test utili a definire un profilo di personalità, relazione finale.

Comitato Paritetico Mobbing

In linea con la normativa vigente l’ A.O.U. ha costituito un comitato paritetico per valutare e monitorare il fenomeno mobbing, nonché per contrastarlo individuando un codice di condotta proprio dell’ Azienda. Inoltre con la Provincia di Novara è stato stipulato un accordo per valutare i casi di sindrome mobbing-correlata di tutta la Provincia.
All’interno del protocollo il servizio di Psicologia clinica unitamente al servizio di Medicina del Lavoro valuta, attraverso specifici criteri, le situazioni di sospetto mobbing la presenza di una sindrome correlata ad una situazione avversativa sul luogo di lavoro”.
Valutazione del rischio stress lavoro-correlato
Il D.lgs. n.81/2008 e s.m.i. all’ art.28 comma 1 e 1 bis, ha introdotto l’obbligo da parte del datore di lavoro di valutare anche i rischi psico-sociali derivanti da particolari condizioni lavorative (cosiddetto “rischio stress lavoro-correlato”). Per ottemperare all’obbligo di legge la nostra A.O.U. ha già effettuato negli scorsi anni, una valutazione dello stress lavoro correlato nuovamente in programma per i prossimi mesi.

S.C. NEUROLOGIA – Reparto
Referente: dott.ssa Daniela Cella
Tel. 0321 373 4 835 – segreteria 0321 373 4 112

In tutte le sedi di intervento l’ attività psicologica si esplicita in forma di consulenza su segnalazione del paziente da parte del medico strutturato. In ambito neurologico vengono effettuate valutazioni psicologiche, cognitive e/o neuropsicologiche

S.C. NEUROLOGIA – Day Hospital e Day Service
Referente: dott.ssa Silvia Beltrami
Tel .0321 373 4 831

L’ attività psicologica si esplica in forma di consulenza su segnalazione del paziente da parte del medico strutturato e su prenotazione del Servizio di Day Hospital Neurologico. Vengono effettuate valutazioni psicologiche, cognitive e/o neuropsicologiche secondo una logica di diagnostica integrata multidisciplinare che prevede la stretta collaborazione di professionisti di diversa specializzazione accomunati dall’ obiettivo di raccogliere quelle evidenze che portano ad individuare la causa dei disturbi del malato.

S.C. ONCOLOGIA
Referenti: dott.ssa Simona Brovelli, dott.ssa Sara Rubinelli
Tel. segreteria 0321 373 4 112 – Day Hospital – Degenza oncologica

Lo psicologo interviene sia su richiesta dei medici curanti che degli stessi pazienti. Effettua un colloquio clinico con tutti i pazienti che iniziano la chemioterapia e una presa in carico strutturata in termini di terapia di supporto per singoli pazienti in cura presso il day hospital (D.H.) oncologico che ne facciano esplicita richiesta o segnalati dall’ oncologo curante.
Anche i famigliari dei pazienti in carico presso la S.c. Oncologia possono essere seguiti con colloqui clinici.
Presso la sede della S.S. Psicologia clinica lo psicologo di riferimento effettua:
• colloqui clinici a pazienti oncologici in cura presso il D.H. oncologico;
• colloqui clinici rivolti a pazienti oncologici che abbiano ultimato le cure chemioterapiche e che ancora necessitino di sostegno psicologico;
• colloqui clinici rivolti a famigliari di pazienti oncologici;
• colloqui clinici a pazienti oncologici residenti a Novara ma in terapia presso altri centri oncologici
• gruppi di sostegno psicologico rivolto a pazienti oncologici

Dal 2006, presso il servizio di Psicologia clinica, sono stati avviati gruppi di sostegno rivolti alle persone con diagnosi di tumore.

S.C. CURE PALLIATIVE

In collaborazione con i medici specialisti, la dott.ssa Federica Pritoni garantisce ascolto e sostegno psicologico ai pazienti ed ai familiari degli utenti che afferiscono alla struttura.
Presso l’ Hospice opera la dott.ssa Bacchin Valentina che garantisce a pazienti degenti ed ai loro familiari un sostegno psicologico.

S.C. RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE – UNITA’ SPINALE
Referente: dott.ssa Giuliana Ziliotto
Tel. 0321 373 4 854

Su richiesta del personale medico lo psicologo effettua a pazienti ricoverati valutazioni psicodiagnostiche. Nel corso del ricovero, spesso prolungato, vengono avviate per pazienti che necessitano psicoterapie di sostegno ed a breve termine. Anche ai famigliari dei pazienti ricoverati, qualora ne facciano richiesta, sono garantiti, colloqui di supporto.
Lo psicologo partecipa inoltre, apportando la sua specifica competenza, ai gruppi multidisciplinari di discussione dei casi clinici che vengono effettuati in reparto.
Vengono eseguite su richiesta degli specialisti di reparto valutazioni neuropsicologiche a pazienti in regime di degenza o di day hospital.

Richieste di consulenza

Con tutte le altre Strutture ospedaliere che ne fanno richiesta la S.S. Psicologia Clinica offre la propria collaborazione sotto forma di consulenza specialistica psicologica.
Su segnalazione del caso clinico, da parte del medico di reparto, lo psicologo consulente concorda le modalità per programmare la visita in reparto nel rispetto della tutela della privacy della persona.
Le richieste possono essere inoltrate via e-mail presso la segreteria della S.S. Psicologia Clinica oppure tramite contatto telefonico al numero 0321 373 4 112.

Attivita’ ambulatoriale

• L’ attività ambulatoriale è rivolta elettivamente alle persone prese in carico presso le Strutture ospedaliere dell’ Azienda e che necessitano di sostegno psicologico o di psicoterapia. I pazienti, dimessi dai reparti, e per i quali è stata suggerita l’ utilità di un intervento psicologico possono rivolgersi alla S.S. Psicologia Clinica.

• Gli specialisti psicologi svolgono infine attività libero-professionale. Per informazioni e appuntamenti rivolgersi direttamente ai professionisti stessi del servizio di Psicologia Clinica.

Attivita’ di formazione

Gli psicologi della S.S. Psicologia Clinica partecipano in qualità di docenti alla formazione in Azienda: corsi di riqualificazione del personale, corsi di aggiornamento e di formazione continua, partecipazione alla didattica dei corsi di laurea e dei Master avviati dall’Azienda.
Gli obiettivi formativi tendono a convergere principalmente in due ambiti: competenze comunicative e capacità relazionali. Le iniziative possono focalizzarsi sulla relazione con il paziente e il famigliare in termini di formazione all’ ascolto e comprensione delle dinamiche psichiche; comunicazione e integrazione nell’ équipe assistenziale; comunicazione, gestione delle conflittualità interpersonali, modalità di lavoro di gruppo e capacità di leggere i propri bisogni (come gruppo e come organizzazione). Tutti gli psicologi strutturati ricoprono la carica di Tutor alla professionalizzazione dello psicologo, dello psicoterapeuta e dello specialista psicologo. Vengono avviate attività di formazione e supervisione a psicologi che afferiscono alla Struttura per il tirocinio post- lauream, per la pratica integrativa al percorso di specializzazione in psicoterapia e per la formazione sul campo prevista dalla specializzazione universitaria.
Obiettivi precipui dell’intervento formativo agli psicologi sono:
• favorire la graduale capacità di operare in modo autonomo nei diversi contesti professionali ospedalieri, integrandosi con le altre professionalità, all’ interno dei confini e delle rispettive competenze;
• apprendere l’ applicazione di metodi e strumenti, con riferimento anche alla capacità di progettare e gestire le varie fasi dell’ azione professionale, dall’ individuazione degli obiettivi alla valutazione dei risultati;
• favorire la capacità di riconoscere e gestire le criticità deontologiche nella relazione con gli utenti ed i colleghi.