ti trovi in: Attività assistenziale > Elenco delle strutture sanitarie > Padiglione E > Scienza dell’Alimentazione e Dietetica

Dipartimento Medico Specialistico ed Oncologico
SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE E DIETETICA

Contatti

Segreteria 0321.3733275 – orario 9,00-12,00; dietiste 0321-3732108 – orario 11,30-12,30 / 14,30 -15,30

0321-3733 787 / 707 – fax direttore 0321-3733593

dietetica.segre@maggioreosp.novara.it

Sede – Novara, corso Mazzini 18

Direttore

Dottor Sergio RISO

Dirigenti Medici:
Germano BAJ, Giampaolo

Coordinatore dietiste:
Raffaella CURINI

Dietiste:
Lucia tina ANTONELLI, Deborah CARRERA , Tatiana MARCODINI, Costanza MICUNCO, Silvia PASSERA

La Dietetica e Nutrizione Clinica è una specialità dell’area medica finalizzata al mantenimento o al raggiungimento di un adeguato stato di nutrizione del paziente attraverso interventi preventivi, diagnostici e terapeutici.
Lo stato di nutrizione può influire sull’ andamento, sulla prevalenza di complicanze e sulla prognosi di molte patologie e viene variamente compromesso in corso di malattie.
L’ intervento di nutrizione clinica si esplica prevalentemente in due ambiti:
1. prevenzione e/o terapia della malnutrizione derivante dallo stato di malattia;
2. prevenzione e/o terapia delle patologie in cui l’ indirizzo dietetico è componente terapeutica essenziale

La presenza della struttura complessa di Dietetica e Nutrizione Clinica all’ interno delle strutture ospedaliere è una realtà oggi poco frequente a livello nazionale: sono infatti relativamente pochi i centri con una dotazione di personale sovrapponibile e con una così ampia gamma di attività svolte.
Questo fatto ha consentito alla struttura di accumulare una casistica molto elevata di pazienti che necessitano di interventi dietetico-nutrizionali e di arricchire parallelamente le proprie esperienze, anche in considerazione del fatto che la Dietetica e Nutrizione Clinica è una specialità relativamente recente.

L’ attività di Dietetica e Nutrizione Clinica è rivolta a:
• chi mangia poco in ospedale e a domicilio:
quando l’ alimentazione per via naturale è difficoltosa o impossibile può essere utilizzata una via alternativa realizzando la nutrizione artificiale per via venosa (nutrizione parenterale) o per via gastroenterica (nutrizione enterale). Questo approccio, che può avvalersi anche di diete modificate o di particolari integratori nutrizionali, può essere realizzato anche a domicilio attraverso la nutrizione artificiale domiciliare. I pazienti che necessitano di tale supporto nutrizionale o da valutare preliminarmente per l’ eventuale indicazione a tale terapia vengono seguiti periodicamente attraverso un ambulatorio dedicato e, se necessario, con eventuali visite a domicilio.
• chi mangia troppo e/o male:
un idoneo programma nutrizionale è una efficace terapia in malattie quali l’ obesità (semplice o complicata), il diabete mellito, le dislipidemie, malattie intestinali, del pancreas e del fegato, malattie renali e insufficienza renale cronica (durante la dialisi o dopo il trapianto), la malattia celiaca.
In particolare la terapia dell’ obesità necessita di un approccio multidisciplinare attraverso l’ educazione alimentare, la dieta ipocalorica personalizzata, l’ esercizio fisico e l’ eventuale supporto psicologico, evitando il “fai da te”, i miraggi e le ciarlatanerie.

L’ attività della struttura si esplica a livello ospedaliero, ambulatoriale e territoriale.

A livello ospedaliero il servizio svolge attività di consulenza per i degenti in tutti i reparti per le problematiche nutrizionali su richiesta dei medici con presa in carico dei pazienti che necessitano di alimentazione orale modificata (diete speciali, diete modificate o integrate) o di nutrizione artificiale (parenterale e/o enterale).
Partecipa, inoltre, alle commissioni per la scelta di prodotti, attrezzature e presidi per la nutrizione artificiale e per la stesura di capitolati per la ristorazione collettiva ospedaliera e all’ elaborazione del dietetico ospedaliero (pur non avendo una responsabilità diretta sull’ attività della cucina).

A livello ambulatoriale la tipologia di pazienti è estremamente ampia, facendo sempre riferimento alle problematiche della malnutrizione per eccesso (sovrappeso, obesità e patologie correlate, chirurgia dell’ obesità) e per difetto (malnutrizione oncologica, disturbi del comportamento alimentare).
Vengono inoltre valutati i pazienti sottoposti a trapianto renale per una correzione delle problematiche nutrizionali.
Il servizio inoltre è centro autorizzato per l’inserimento dei pazienti nel Registro Regionale delle Malattie Rare e fornisce indicazioni dietoterapeutiche per la corretta gestione dell’alimentazione senza glutine.

Particolarmente qualificante è l’ attività di nutrizione enterale domiciliare (NED).
Questa attività si esplica in stretto contatto con altri reparti ospedalieri di degenza (in particolare con le strutture complesse di Gastroenterologia e Chirurgia 1 e 2 per il posizionamento delle vie di accesso) e con i servizi territoriali di assistenza domiciliare.
Il servizio di dietetica e nutrizione clinica vanta una numerosa casistica di pazienti in NED con gastrostomia endoscopica percutanea (PEG) essendo tra i primi centri in Italia ad aver abitualmente utilizzato tale via d’ accesso.
E’ centro di riferimento NED per l’ ASL NO di Novara, ASL VC di Vercelli.

All’attività assistenziale si aggiunge l’ attività formativa sui problemi nutrizionali per il personale ospedaliero, per i medici di medicina generale e per il personale dell’ ASL e delle case di riposo.

L’intervento dietetico-nutrizionale si attua secondo uno schema generale che comprende l’ inquadramento clinico e nutrizionale (valutazione dello stato di nutrizione, dell’ alimentazione abituale e attuale e della patologia in atto), la formulazione e l’ attuazione del programma nutrizionale (intervento dietoterapeutico, alimentazione orale modificata, nutrizione artificiale), il monitoraggio clinico e nutrizionale e la rivalutazione del programma nutrizionale.
Le figure fondamentali sono il medico specialista in Scienza dell’ alimentazione e dietetica e il dietista.

Tutte le visite specialistiche dietologiche comprendono la visita medica e la valutazione dietistica.
Le visite specialistiche (consulenze) per i pazienti degenti presso le strutture dell’ Azienda ospedalier- Universitaria vengono richieste direttamente da parte del personale medico dei singoli reparti e vengono espletate entro 12-24 ore dalla richiesta o in tempi diversi concordati secondo le esigenze dei pazienti.
Se è necessaria la continuazione a domicilio della terapia nutrizionale impostata durante la degenza viene effettuata una ulteriore visita alla dimissione con impostazione del programma di follow-up.
In casi particolari (Nutrizione Artificiale Domiciliare) vengono attivati i servizi di assistenza domiciliare dell’ ASL NO.

Le modalità di prenotazione per le visite ambulatoriali variano a seconda della patologia.
La visita dietologica comprende la visita medica, la valutazione dietistica delle abitudini alimentari e lo svolgimento di un incontro di gruppo di educazione alimentare con consegna dello schema dietetico personalizzato.
In casi particolari la consegna e spiegazione della dieta può essere individuale.

Per situazioni patologiche particolari (obesità grave o complicata o necessità di calo ponderale per interventi chirurgici, obesità in gravidanza) è possibile accedere personalmente alla struttura con idonea documentazione per anticipare lo svolgimento della visita previo contatto telefonico (dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 15,00 al tel. 0321-3733275).

Le prime visite per tutte le altre patologie (celiachia, nefropatie e trapianti renali, gravidanza a rischio, malnutrizione oncologica, disturbi del comportamento alimentare, ecc.) vengono prenotate direttamente dalla struttura.
Tutte le visite di controllo vengono prenotate direttamente dalla struttura e fissate alla fine di ogni visita con tempi variabili dipendenti dalla situazione clinica.

E’ anche possibile l’attuazione di visite domiciliari per l’ esistenza di una convenzione con l’ ASL NO di Novara per pazienti non deambulanti o comunque non trasportabili residenti nel territorio dell’ ASL: in presenza di malnutrizione è possibile attivare la visita domiciliare previa richiesta del medico curante e autorizzazione del responsabile del distretto, del responsabile dell’ eventuale struttura assistenziale di ricovero e della Direzione Sanitaria. Si sottolinea che non si tratta di prestazione urgente e che va effetuata in casi di reale necessità per evitare abusio richieste inadeguate.

 

LE DIETE “FAI DA TE”
A cura del dottor Federico D’Andrea
Direttore S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica

Tempo d’estate, tempo di mare, tempo di costume da bagno. E anche tempo di diete. Il problema vero è che spesso si tratta di diete “fai da te” o di programmi indicati da chi medico non è. Il perché è facilmente intuibile: siamo di fronte a un mercato molto ricco e dunque è facile che anche chi non ha un riconosciuto percorso formativo di base si getti a capofitto nel business, approfittando di chi spera in un dimagrimento miracoloso, senza essere informato dei rischi che può correre se non è seguito da un medico. Biologi nutrizionisti, dietisti, farmacisti sono pronti a indicare la dieta “giusta”, così come i centri che nascono come funghi.
E’ il caso di ricordare alcuni punti fermi dai quali non si può derogare, a pena di incorrere, da parte di chi non è in regola, in seri procedimenti anche penali.
Bisogna chiarire chi può fare che cosa, soprattutto perché una normativa particolarmente lacunosa porta a interpretazioni non sempre corrette.
E bisogna quindi affermare a chiare lettere che chi non è medico, ovvero non è laureato in medicina dopo aver seguito un determinato percorso di studi, non può svolgere attività prettamente medica. Non può, cioé, richiedere esami, non può compiere visite approfondite, non può prescrivere diete: al di là del fatto che altre professioni possano avere conoscenze nutrizionistiche, la prescrizione di una terapia (e la dieta è una terapia) è riservata agli specialisti.
E’ lecito per chiunque rivolgersi a chi meglio crede, l’importante è che venga adeguatamente informato e poi possa decidere liberamente: anche a Novara ci sono figure non mediche che propongono vari tipi di dieta.
Non si tratta di questioni banali o di difese corporative da parte dei medici specializzati, perché nel lungo termine un programma di dimagrimento può creare problemi seri di salute.
Ci sono, per altro, alcune diete anche tra quelle pubblicizzate che sotto controllo medico e con un più ampio respiro possono avere anche efficacia.
Ma, per l’appunto, occorre che i pazienti siano seguiti da chi può farlo e che si ricordino che buoni e duraturi risultati si possono ottenere solo nel tempo.
Bisogna diffidare da chi promette perdite di peso miracolose.
E poi abbiamo la fortuna di avere nelle nostre abitudini di seguire quella che è universalmente riconosciuta come la dieta perfetta, ovvero quella mediterranea.
E allora non andiamo a complicarci la vita inseguendo miraggi proposti da chi vede in un malattia (l’obesità, appunto) un’occasione di business.