Dipartimento toraco-cardio-vascolare
CARDIOLOGIA 2

Contatti

0321.3733648 segre. Rep. – 0321.3732134 segre. Amb. – 0321.3733236 segre. Emo.ca

0321.3732763

cardiologia2.dir@maggioreosp.novara.it

cardiologia2.cpse@maggioreosp.novara.it

cardiologia2.segre@maggioreosp.novara.it

Sede – Novara, corso Mazzini 18

Direttore

Pro- tempore Dottoressa Lidia ROSSI

Medici:
Luisa AIROLDI, Sara BACCHINI, Virginia BOLZANI, Alberto IMBRICI, Filippo LORIA, Maria Domenica PRANDO, Andrea ROGNONI, Lidia ROSSI, Roberta ROSSO, Alessia VEIA

 

Prenota chiamando

0321-3733740 dalle ore 14.00 alle ore 15.15 dal Lunedì al Venerdì

Prenotazione »

 

Orario visite degenti

12,30 – 14,30

18,30 – 20,30

 

Orario colloquio medici

La S.C. di Cardiologia Ospedaliera dell’Azienda ospedaliero-univarsitaria di Novara è una struttura ospedaliera di 3° livello. E’ infatti costituita da un settore di degenza, da una Unità di Cure Intensive Cardiovascolari (UTIC) e da un settore comprendente i laboratori di diagnostica non invasiva (ecocardiografia, ergometria, lettura Holter ECG, cardioversione elettrica della FA) e di diagnostica invasiva (laboratorio di emodinamica e cardiologia interventistica).
La struttura si trova quindi a svolgere un’attività integrata a livello orizzontale, cioè nell’ambito della stessa struttura ospedaliera, ed a livello verticale, nel collegamento con strutture cardiologiche di 1° e 2° livello.

Al nostro centro Hub, afferiscono tutti i pazienti con sindrome coronarica acuta sia dell’interland novarese sia dal territorio Verbano/Cusio/Ossola, Borgomanero, Arona,Galliate, per coronarografia e PTCA primaria.

La mission della S.C. della Cardiologia è di:
– intervenire nell’emergenza cardiologica in particolare nella sindrome coronarica acuta con un intervento tempestivo che consenta un rapido riconoscimento della patologia acuta e permetta di avviare il trattamento più efficace. Ciò consente di ridurre la mortalita’ e gli esiti invalidanti soprattutto grazie all’ impiego dell’angioplastica primaria.
– valutare nella popolazione la presenza di pervietà del forame ovale e delle cardiopatie congenite dell’adulto che rappresentano entità cliniche dalla gestione complessa.